Ci sei anche tu

venerdì 1 luglio 2016

Gonna a ruota ed è subito Grease

gonne_ruota_bambina

Ve li ricordate Sandy e Danny, per non parlare della sensuale Rizzo. La mia generazione sicuramente sa che sto parlando dei protagonisti di “ Grease”! I mitici anni ‘50: l’inizio del boom economico, la Vespa e la gonna a ruota.

Queste tre piccole gonne sono state realizzate per tre piccole donne che dovranno ballare sulle note del famoso musical. Cimentarsi nella confezione di una gonna non è cosa semplice, figuriamoci a ruota, ma con un po’ di buona volontà e decine di tutorial in rete si può fare, e fidatevi se ci sono riuscita io ci riescono tutti.gonna a ruota quadretti

Ad ognuna è stato abbinato un sottogonna in organza profilato in tinta  e un piccolo foulard da annodare al collo.

gonna_ruota_pois

Questa in cotonina verde è la mia preferita, sarà per il colore brillante, saranno i pois ma è davvero molto carina.gonna_a_ruota_righe

E per ultima, ma non ultima, la più piccola, i cui colori richiamano le altre, sembra un caso, ma non lo è!!!

La cosa più difficile da fare è stato l’orlo con il piedino orlatore. Quante prove, decine di ritagli di stoffa buttate…ma chi la dura la vince!!! Ed ora sono pronta a farne altre 10, ma che dico 10..altre 100..ma che dico 100, altre …se vabbè…alla prossima e se avete bisogno di qualche dritta, bussate pure alla mia porta.

0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento mi rende felice...grazie!

I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.