Ci sei anche tu

Visualizzazione post con etichetta Matrimonio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matrimonio. Mostra tutti i post

venerdì 16 agosto 2013

Le tazzine prendono colore

tazine decorate
No, non in quel senso, non vanno al mare a crogiolarsi al sole ma si rotolano nei colori dell’arcobaleno. Avevo delle tazzine bianche, carucce nell’aspetto, ma senza carattere, così un bel giorno armata di colori e fantasia ho reso loro un po’ di giustizia. Devo dire che il risultato mi ha entusiasmata e le ho iscritte a un concorso di bellezza (leggasi mercatino). Avreste dovute vederle, civettuole come non mai, si sono subito guadagnate la simpatia degli ammiratori.
tazzina con fiocco
Per la decorazione ho usato i colori “Gel” ed “Angel” di Stamperia, sono colori a rilievo adatti a tutte le superfici, in particolare al vetro. Prendete il soggetto da decorare e con i colori Gel disegnate il contorno del soggetto prescelto, mentre quelli Angel li userete per il riempimento della sagoma disegnata.
tazzine particolari
Questi soggetti, molto semplici, sono realizzati a mano libera, ma se non vi sentite abbastanza sicure, potete ricopiare ciò che più vi piace, l’importante che teniate sempre il beccuccio del colore staccato dal supporto da colorare e soprattutto mano ferma.
tazzine decorate
Vedrete che dopo un po’, non appena sceglierete un colore le mani si muoveranno da sole, creando per voi  disegni meritevoli dell’arcobaleno.
Buon divertimento!

domenica 17 giugno 2012

Matrimonio….alcuni dettagli

ghirlanda matrimonio - wedding wreath
Da dove comincio?   Questa è la ghirlanda che ho preparato per decorare la porta d’ingresso della casa della sposa.

dettagli bomboniere matrimonio

Una foto d’insieme delle quasi bomboniere

bomboniera matrimonio
La bomboniera è composta da un gessetto grande profumato, qui manca un quarto soggetto ma era tanta la fatica che non sono riuscita a fotografarlo, un sacchetto in lino color écru che ospita del pot-pourri legato con un nastrino rosa cipolla ( l’unica nota di colore ) con relativo gessetto piccolo e bottiglina con l’essenza di profumo alla vaniglia e fiori d’arancio, una vera delizia per l’olfatto. La confezione finale è stata realizzata con un nastro d’organza bianco e nastrino di raso  che richiama il colore dell’interno. I confetti sono stati impilati in un sacchetto di tulle cucito con un orlo ad ondine e ritagliato con cura e pazienza …non vi dico che pazienza. L’idea di confezionare i confetti in questa maniera non è stata mia, a dire il vero me l’ha suggerita la stessa Valentina che un giorno di sei mesi fa arrivò a casa mia mostrandomi alcune foto tratte da un blog di una bravissima creatrice : Marina di CornerM .

sacchetti  bomboniere

Una parte dei sacchetti in shantung in seta per coloro che non sono intervenuti alla cerimonia

segnatavolo matrimonio

Qui, invece, un dettaglio del segnatavolo, realizzato in cartoncino avorio e carta da lucido ( ovviamente ritagliati con cutter a mano) decorati con gessetti, perle a forma di conchiglia ed un fiocchetto di tulle. Sul retro ho voluto lasciare una breve descrizione della località  accogliendo gli ospiti con un benvenuto nella lingua del posto che ospita la spiaggia ( visitata dai due sposini) …spagnolo, greco e persino in arabo.

segnagusti confetti
Per riconoscere i gusti dei confetti della confettata c’è stata una lotta all’ultimo “trapano”. Queste conchiglie sono più dure della mia testa, non si son lasciate bucare, ho persino spezzato due punte del trapano elettrico. Alla fine ho ceduto e le ho incollate direttamente al cartoncino...devo dire che l’effetto non è stato poi così malvagio.

cesto matrimonio

E infine ma non ultimo una nuvola di tulle che compone il fatidico cesto . Ci sono ancora diverse cose da farvi vedere…avrei preferito aspettare le foto del fotografo professionista, per ora accontentatevi di queste…ero così ansiosa di condividere con voi la mia fatica che non ho saputo resistere.
Alla prossima puntata. Besos

sabato 16 giugno 2012

Finalmente sposi

P6150086

 

In questa cornice da sogno Valentina ha coronato con il suo bell’Antonio il giorno più importante della sua vita.    E’ stato tutto perfetto: il sole ci ha baciati con i suoi raggi caldi, siamo stati cullati dalla brezza marina e gli occhi hanno potuto godere di uno spettacolo mozzafiato

Vi mostro qui un piccolo assaggio di ciò che è stato. Le foto non sono mie, le ho prese in prestito dalla pagina della location “ Villa Clermont “ a cui va il mio grande ringraziamento per la disponibilità, gentilezza e pazienza che mi hanno regalato.

Allestimento Matrimonio Mare

Si possono intravedere i segnatavoli ( gli sposi hanno scelto il tema delle spiagge visitate insieme) una parte del Tableau, qualche particolare della confettata ed il mio fatidico cake topper

allestimento matrimonio villa clermont

Non appena pronte vi mostrerò tutte le foto:  dal libretto messa all’ultimo confetto. Adesso posso godermi il mio meritato riposo…macché io sono iperattiva non riesco a stare ferma un solo minuto Vabbè per stasera passo.

Un abbraccissimo a tutte e grazie sempre per sostenermi con il vostro affetto

A molto presto ( spero)

 

 

domenica 27 maggio 2012

Cake topper improvvisato

 

wedding cake topper

 

 

Dopo un’eternità riesco a pubblicare qualcosa. Mi è stato permesso!!! Ormai sapete tutti, o quasi, che sono alle prese con i preparativi del matrimonio di Valentina ( la mia seconda nipotina). Tra le tante cose da preparare e qualche  Dodò che ci scappa di tanto in tanto,  sono ormai persa tra tulle e confetti, ma mi è stato categoricamente vietato di pubblicare anche un qualche minimo dettaglio: penso che sia stato più facile carpire qualche segreto del matrimonio tra Kate e William che quello di mia nipote.

 

cake topper

 

Ed ecco a voi il mio primo lavoro con il fimo. Questo misterioso e tanto affascinante materiale. Ho passato notti davanti al pc  a curiosare su siti di esperte creatrici con paste modellabili per riuscire a capire quali materiali usare, come cuocerlo; sono corsa persino a comprare un piccolo fornetto elettrico atto solo allo scopo specifico. Poi mi son decisa e mi son detta: Ma sì proviamoci! Se vi dico gli attrezzi che ho utilizzato promettete di non ridere troppo? Come mattarello ho usato una bacchetta di colla a caldo , ovviamente fredda ( occhiolino), al posto del bulino un uncinetto per il filo , i capelli li ho modellati con la punta di un paio di forbicine; avevo almeno un cutter di quelli che si comprano in ferramenta. Per dirla in breve una modellatrice arrangiata! Oddio a guardarlo da vicino non è proprio il massimo ( a dire il vero anche in foto) si notano le impronte delle dita, qualche unghiata qua e là, un po’ di ammaccature e non sapete le imprecazioni tutte le volte che mi toccava ricominciare qualcosa. Gli sposini sono anche un po’ sproporzionati rispetto alla vespa.  Ci vuole tanta maestria per raggiungere una lontana perfezione ed io ne sono lontana anni luce. Ho sempre sentito parlare di fimo come una pasta durissima difficile da modellare, una pasta a cui bisogna dedicare tanta attenzione, ma se vi dico che per me il fimo soft è fin troppo soft . Si ammaccava tutto in continuazione, si appiccicava ovunque, sicuramente non ho rispettato alcuni canoni basilari tipo lo spessore minimo oltre il quale non bisogna andare. E non vi dico l’attesa davanti al fornetto. Ma in compenso mi sono divertita troppo. Ai futuri sposi son piaciute le loro quasi caricature…insomma mi hanno promossa e soprattutto concesso la possibilità di pubblicare finalmente qualcosa sul mio blog.

 

cake topper matrimonio sposi

Fino al 15 Giugno sono ancora agli “arresti matrimoniali”, poi vi mostrerò tutto se vi farà piacere seguirmi.

Un abbraccissimo a tutti voi che tanta pazienza dimostrate nel seguirmi ancora.

Besos!!!

 

 

I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.