Ci sei anche tu

Visualizzazione post con etichetta Cucchiaini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cucchiaini. Mostra tutti i post

mercoledì 6 luglio 2016

Gessetti e bomboniere

Bomboniere battesimo

Per il Santo battesimo di Francesco, la cui mamma aveva già commissionato il fiocco nascita per il suo bimbo che potete ricordare QUI, sono state realizzate bomboniere e segnaposto per festeggiare la cerimonia.

cucchiaino_porcellana_decorato_a mano

La bomboniera è rappresentata da un cucchiaino di porcellana bianca, decorato a mano con colori tridimensionali. Sembra sbocciare da tre veli di fata fermato da un nastro di organza bordato su ambo i lati. Il bigliettino è una semplice tag con tre pois che richiamano la decorazione del cucchiaino.

gsegnaposto_gessetti_bomboniera

Piccoli animaletti bianchissimi in polvere di ceramica ( io uso quella della Keraflott) poggiati su un nastro in organza della stessa foggia di quello della bomboniera ma un po’più alto. Sono stati utilizzati diversi soggetti quali l’uccellino, un orsetto e un gattino.

Un piccolo suggerimento per gli addetti ai lavori: per incollare i gessetti su qualunque superficie vi sarà capitato di utilizzare la colla a caldo e nella maggior parte dei casi dopo l’asciugatura ve li ritrovate scollati con tutta la colla appiccicata sul supporto su cui li avete poggiati.  Vi consiglio di provare con la colla” Millechiodi” in pasta bianca. Ne basta pochissima, vedrete che rimarranno ben saldi nonostante il gesso che utilizzate, anche quello più polveroso rimane attaccato.13396518_10208325827876426_152134488_o

Qui tutti insieme sono pronti per partire e raggiungere la propria destinazione.

Hanno ricevuto il plauso di mamma Marica e noi non possiamo che gioire per il loro successo.

mercoledì 20 agosto 2014

Tazzine decorate

tazzine decorate

Proseguono gli esperimenti con i colori; la porcellana bianca ha sempre ispirato la creatività di molti e si possono trovare decorazioni di tutti i generi, fino ad arrivare a delle vere opere d’arte. Queste tazzine “casarecce” non hanno alcuna pretesa di eguagliare quelle dipinte da grandi maestri decoratori, ma vi posso assicurare che fanno il loro effetto. Ognuno può dar sfogo alla propria fantasia, cimentandosi con i colori, dando nuova vita a delle semplici tazzine bianche che qui vi mostro una ad una.tazzina coccinella_tazzina cuori Cuoricini nei toni del blu e coccinelle grandi e piccole

tazzina erba_tazzina fiorellini

Erbetta con fiorellini e farfalle svolazzanti.

tazzina fiore_tazzina uccellini

Un grande fiore con girandola di foglie ed uccellini romantici.

bricco caffè A questa serie si è aggiunto anche il bricchetto che richiama i decori di tutte le tazzine e come sempre ogni tazzina è corredata del suo cucchiaino. 

tazzine da caffè decorate 

Per chi volesse conoscere il metodo di lavorazione ed i colori usati rimando al post delle prime tazzine decorate. Non è forse una bella idea per un regalo originale ed unico? Vi consiglio, però di lavare gli oggetti così decorati con delicatezza e non usare lavastoviglie. A presto e grazie sempre di seguirmi.

mercoledì 19 giugno 2013

Che ora è?

DSC02483
Oggi vi racconto la storia di questo orologio.
Un giorno il cucchiaino “Farfalla”, considerato il più birichino della nidiata, scappò di casa e volando volando atterrò in un piccolo giardino, nel retro di una casetta di campagna. Mentre cercava di orientarsi vide poggiato su un muretto un pezzo di legno rotondo, ma così perfetto che quasi non gli parve vero. Cominciò così a volare in tondo intorno al pezzo di legno, dopo un bel po’,  stanco e tutto sudato pensò di riposarsi prima di prendere la strada del ritorno. Improvvisamente fu scosso da un grosso colpo di tosse, quasi come un trombone scordato. Era il pezzo di legno che accortosi dell’ospite sbuffò: “ Chi sei? Da dove vieni? Cosa fai qui?” Il cucchiaino intimidito indietreggiò ma poi incuriositosi prese coraggio e si avvicinò nuovamente riproponendo le stesse domande al pezzo di legno. Quest’ultimo con le lacrime agli occhi rispose: “Sono solo un vecchio pezzo di legno, mi crearono così rotondo per farne un orologio ma poi mi hanno buttato qui e più nessuno si è  preso cura di me”. “Farfalla” di cui tutto si può dire, men che gli manchi la fantasia, propose al vecchio pezzo di legno di seguirlo dai suoi fratelli.
orologio particolari
Arrivati a casa, il cucchiaino Farfalla, spiegò l’accaduto in famiglia, tutti lo guardarono sbigottiti, ad un certo punto il cucchiaino “Cuore”, il più tenero di tutti , commosso abbracciò il pezzo di legno e gli sussurrò all’orecchio: “Non preoccuparti amico mio, ti aiuteremo noi a rinascere a nuova vita”. Prese un grosso pennello e lo dipinse di un delicato color glicine, lo lasciò riposare e tornò dai fratelli ai quali impose loro l’ordine di sistemazione: “ Tu, Sole, sarai colui che batterà il mezzodì, tu, Uvetta, sarai all’ora di pranzo…e così’ tutti in  fila furono chiamati all’ordine per prendere posto su quel vecchio pezzo di legno.

orologio cucchiaini
E così Fiocchetto, Pallino, Fiorellino, Fragolina, Ovetto, Stellina, Ederina, Farfallino, SoleLuna, Uvetta, Cuoricino e Pansè diventarono amici per la pelle del vecchio pezzo di legno, così tondo da non sembrare vero il quale tanta era la sua gioia che sembrava cambiar colore ogni volta che il sole si poggiava su di  lui.
Che bella storia…quasi quasi ne invento un’altra…a dire il vero  già all’opera. Ciao a tutti e alla prossima novella.

sabato 29 dicembre 2012

Piccoli pensieri

piccoli pensieri

Natale è sempre Natale, nonostante tutto. Senza un regalo che Natale è? Basta poco per strappare un sorriso specialmente quando si dona con il cuore ed il cuore che ci si mette nel realizzarlo con le proprie mani. Anche se non sono nate da idee originali, purtroppo la mia mente è ancora altrove, ho tentato di rendere al meglio ciò che  è stato realizzato.
DSC02278
Il cuore è il leit motiv di questi piccoli pensieri. Un cuochino adagiato su un cuore porta strofinaccio

cuore portastrofinaccio
Continuano i cuori per questi piccoli angeli custodi 
angeli feltro
Ognuno dei quali reca con sé delle piccole perline con le iniziali di chi lo ha ricevuto.
DSC02295
E ancora tanti cucchiaini decorati nei loro sacchetti improvvisati dove non mancano i cuoricini
cucchiaini decorati
_________________________________________________________________________________to be continued

domenica 22 aprile 2012

Basta un poco di zucchero e…

cucchiaino decorato

…e come lo giriamo? Ma con questi adorabili cucchiaini che sembrano usciti da un mondo di favole a colori.
Quando li ho visti in un anonimo negozio, impilati  nelle scatole impolverate, mi hanno fatto quasi tenerezza e mi
son detta: DEVO FARLI MIEI!!!
Ne ho comprati a tiratura industriale…a dire il vero una cinquantina. Questi sono il mio primo esperimento in
decorazione con colori a rilievo su vetro.
cucchiaini decorati
Avevo anche pensato di decorarli con qualche applicazioni in pasta di mais o quelle paste sintetiche che continuo ad ammirare da lontano. Mi documento, faccio notte davanti al pc per carpire tutti i segreti ma temo che non sia arte per me. Vedremo in seguito..mai dire mai. Per ora mi accontento di queste piccole decorazioni che proprio non mi dispiacciono.
 DSC02006

E se volessimo pensare ad una bomboniera basta legarlo ad un sacchetto et voilà…

cucchiaini decorati
Per ora vi saluto con questi primi sei, prossimamente vedrò cosa riuscirò a combinare. A prestissimo!!!



P.S. dimenticavo di dirvi che il sacchetto sono riuscita a realizzarlo grazie al tutorial che Francesca di Fux - tutto fatto a mano ha voluto regalarci, ma non riuscirò mai ad eguagliare la sua bravura. Intanto la ringrazio pubblicamente per avermi fatto capire come si cuce un sacchetto.
I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.