Ci sei anche tu

martedì 10 maggio 2011

Cornice “ingessata”

cornice decorata

Avete letto bene! E’ proprio ingessata la mia cornice. Vi chiederete se sono impazzita. No, no, è solo realizzata con la garza gessata e ricoperta di carta velina. Ultimamente sono stata presa dalla tecnica del “papier machè” rivisitata. Ho applicato su un’anonima cornice di legno, di quelle che si acquistano nei negozi di hobbistica solitamente da decorare in decoupage, una rete metallica da conigliera, rivestita di garza gessata, modellata a piacimento e poi decorata con fiori e farfalle realizzate con filo metallico sottile e carta velina. Non è un amore?

 

 

 

 

giovedì 5 maggio 2011

Lavagnetta bambolosa

 

lavagnetta con bambola

 

Ebbene sì, le lavagnette sono proprio super-richieste. Dopo  gatti, paperi, mucche, cuochine, oggi si è accomodata ben benino una signorina dallo sguardo birichino. Si è seduta comodamente e  fa capolino dalla lavagnetta come per indicarci le cose da non dimenticare.

bambola su lavagnetta

                                                                           lavagnetta decorata

Fatina delle stagioni

Fata delle stagioni

 

Era rimasta sola soletta, le sue compagne: la Primavera, l'Estate e l'Autunno erano già state adottate. Il freddo era temuto da tutti, così un bel fiocco di neve le ha donato un vezzo simpatico e si è fatta voler bene. Il suo visetto dolce non poteva passare inosservato ed il suo candore ha conquistato tutti e tutte e quattro le fatine sono volate a riscaldare il cuore di altrettante fatine terrene.

 

Fatina inverno

   DSC01311

Fuoriporta pasquale

IMG00089-20110424-1203

Come al solito sono sempre in ritardo. Se ci fosse un campionato mondiale dei ritardatari, vincerei di sicuro il primo premio. Eppure, vi prego di credermi, sono sempre puntuale nei miei appuntamenti che siano di lavoro o di piacere, forse perché non so mai dire di no e  mi ritrovo immersa in tantissimi impegni ed alla fine qualcosa devo pur trascurare. In questo periodo storico ne paga il mio povero blogghino a cui ho dedicato tanto impegno e dedizione. . Anche le foto non rendono il giusto merito, mi sto attrezzando , anzi a dire il vero ho acquistato una nuova macchinina fotografica e spero che le prossime immagini siano nettamente migliori. Per ora abbiate pazienza e siate comprensive con questa pasticciona, che poi sarei io.

Ora torniamo alla mia ghirlanda pasquale. Come l’ho fatta?

Ho preso un fil di ferro di spessore medio, la lunghezza è soggettiva, dipende da quanto grande si voglia realizzare la ghirlanda  ed ho cominciato ad infilarci delle foglie di “aspidistria” ( sono quelle foglie lunghe che si usano per le decorazioni floreali ma volendo si possono usare anche foglie di banano) piegate a mò di fisarmonica fino a ricoprire tutto il fil di ferro. A questo punto ho intrecciato il filo per chiudere il cerchio ed ho lasciato circa 20 cm di ferro  modellando un cuoricino in alto che ho rivestito di nastrini . Ho inserito dei fiori di seta e dei fiocchetti di nastri, alternandoli alle foglie. Ho poi aggiunto uova decorate, nastrini e palline di legno dipinte con colori acrilici. Vi assicuro che l’effetto è davvero entusiasmante. Inoltre passata la Pasqua, basta togliere le uova e la ghirlanda diventa un bellissimo centrotavola.       

uova decorate

ghirlanda pasquale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.