Ci sei anche tu

giovedì 29 ottobre 2009

Pannello "tappabuchi"


Per lunghissimo tempo si sono avvicendati nel mio palazzo, tutti i tecnici possibili delle varie possibili compagnie telefoniche, tv via cavo, fibre ottiche e chi più ne ha più ne metta, lasciando quelle orribile cassette a vista che proprio sono inguardabili, così mi è venuto in mente di coprirle dando un tocco artistico al mio pianerottolo. Che ne dite ho fatto bene?








domenica 25 ottobre 2009

BLOG CANDY



Care amiche, amici ed amici dei miei amici,Natale è quasi alle porte ed ho deciso di regalare io qualcosa a voi. Si tratta di un piccolo concorso per testare anche il mio blog.
Partecipare è facile, basta lasciare un commento a questo post, Per chi ha un blog, invece, dovrà  creare un post dove comparirà il link di questo concorso, per chi invece è iscritto a Facebook dovrà condividere il link sulla propria bacheca. In tutti i casi ci si dovrà iscrivere al mio blog.
La notte di Natale mi farò aiutare dal mio gattone Nerone per estrarre il nome del vincitore.
Sarà messo in palio un premio a vostra scelta tra le mie "piccole creazioni", quindi nel lasciarmi il messaggio non dimenticate di indicare ciò che vi piacerebbe ricevere...
e BUON CONCORSO A TUTTI
spero partecipiate in tanti!





sabato 24 ottobre 2009

Un cuscino romantico

Per le più romantiche i cuscini diventano morbide nuvole vaporose.

Pizzi ondeggianti, ricchi fiocchi, rose di raso, merletti intriganti


giovedì 22 ottobre 2009

Gelsomina, la pecora ricciolina


Il mio nome è Gelsomina
sono una pecora ricciolina
Mi ammiro ogni mattina
nello stagno di Mariolina
che mi vuol sempre tosare
per poterci guadagnare.
Si lo so, son qui per questo,
ma il pensiero mi è molesto,
oltretutto senza lana
tremerei una settimana.
Ora basta ho deciso
vado a stare da Narciso,
che anche lui per vanità
siamo quasi in parità.

lunedì 19 ottobre 2009

Autunno eccoti arrivato


L'autunno ci ha sorpresi tutti con un freddo inconsueto, sarà che le mezze stagioni non esistono più?
Eppure la fatina dell'Autunno non ha potuto far a meno di passare da queste parti ed inondarmi dei suoi colori caldi, accoglienti, coinvolgenti e profumati di castagne.



giovedì 15 ottobre 2009

Un biglietto per ogni occasione

Oggi tutti la conoscono come la tecnica "Embossing", cioè l'arte dello sbalzo su carta o metallo.
Oltre venti anni fa, mi avvicinavo alla carta "mozzarella" quella che si usa per i lucidi dei progetti degli architetti e mi chiedevo cosa potevo ricavarne. Mi armai di taglierino ( ovviamente manuale), pennini vari, solo il graphos alla china scrive su quel tipo di carta ed aghi, più o meno sottili per bucare la carta conferendole un effetto ricamo; poi cominciai con i  colori, dapprima pennarelli, poi matite colorate ed ecco cosa ne è venuto fuori.

Biglietti di invito per Prima Comunione

Angeli paffuti

Stella stellina
la notte s'avvicina:
la fiamma traballa,
la mucca è nella stalla.
La mucca e il vitello,
la pecora e l'agnello,
la chioccia coi pulcini,
la mamma coi bambini.
Ognuno ha la sua mamma
e tutti fan la nanna.



sabato 10 ottobre 2009

Non solo "Fate"


Una fata del bosco, una fata dei fiori o semplicemente un rocchetto, una pallina di legno , qualche scampolo di stoffa ed un po' di fantasia.








giovedì 8 ottobre 2009

Quel cappellino vezzoso


Il cappello di paglia ha sempre affascinato le signore della Belle Epoque. Si riparavano dai raggi impertinenti del sole con cappelli a falda larga oppure si lasciavano ammirare con i loro cappellini frivoli, decorati con fiori e nastri. Ancora oggi noi donne subiamo il fascino del cappello, ma non potendolo più sempre indossare, possiamo dargli un altro compito: decorare la nostra casa.









Due Peonie incorniciate da rami di felci fanno bella mostra sul cappello di paglia di Firenze.



Per le più romantiche, un tralcio di rose di organza si rincorrono per dar vita ad un concerto di delicate armonie


Cosa dire di questo? Basta appenderlo e godere dei suoi colori.

Un po' di Biedermeier...

candelabiedermeier
Il movimento artistico-culturale del Biedermeier si sviluppò in Austria all'inizio dell'800. Dopo il lungo ventennio di guerre, conclusesi con il Congresso di Vienna, arrivò finalmente un periodo di pace e la popolazione si potè rilassare vivendo una vita tranquilla e riservata. In questo clima, la padrona di casa si dedicava alla creazione di oggetti lavorati con pazienza e dedizione, utilizzando tutto ciò che la natura poteva offrire. Pigne bacche o addirittura le spezie che a quel tempo erano considerate preziose per la loro rarità.  Chiodi di garofano, anice stellato, cannella, si rincorrevano tra fili dorati, perle o fiorellini di seta che andavano ad ornare cappellini, borsette o tutto ciò da rendere più prezioso.

Questa candela è stata decorata con piccole foglie realizzate con filo d'ottone che va ad incorniciare una perla ovale, bacche cannella e chiodi di garofano
coroncina biedermeier
Un piccola libellula dal corpo in perle si riposa su un fiocco di raso
Limoni 
due limoni tempestati di chiodi di garofano ed ornati con fiori, cannella e bacche di papavero, fanno bella mostra profumando l'ambiente

 


 

martedì 6 ottobre 2009

Come ti trasformo un cestino

Ho sempre avuto la  passione per i cesti, ne avrò decorati decine, solo alcuni ne ho fotografati :

cestobattesimo



può contenere saponi, talco, salviette per la bimba appena nata


cesto laurea bombonieralaurea
per una festa di laurea

 cestomatrimonio3
per un matrimonio, una festa di compleanno, gli 80 anni della tua nonna....cestomatrimonio
Fà volare la tua fantasia e dimmi che cesto vuoi.

I lavori in questo blog sono opera del mio ingegno
ed hanno carattere creativo. Dichiaro di non esercitare l’attività di commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale, ma di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alle discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98, che regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Perciò, dichiaro di vendere, in maniera occasionale e saltuaria, oggetti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, così come previsto dall'art.4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo 114/98 . Le mie creazioni rientrano, quindi, nella casistica del suddetto articolo.
Non sono pertanto obbligata
ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.